IFTTT, il linguaggio comune dell'IoT e della tecnologia

IFTTT è un servizio online gratuito che permette di mettere in comunicazione i tantissimi dispositivi smart che abbiamo in casa

Le nostre case col tempo si sono riempite di dispositivi smart: lampadine, assistenti vocali, TV intelligenti, prese elettriche controllabili da remoto. Una cosa splendida. Peccato che non sempre però usare questi dispositivi sia davvero comodo: bisogna avviare un'app per accendere le lampadine della sala, un'altra per controllare lo stereo, un'altra ancora per accendere e spegnere gli oggetti collegati alle smart plug. Apple Homekit e Google Assistant, ma anche Smarthings di Samsung risolvono in parte il problema, ma supportano solo una piccola parte dei tantissimi dispositivi smart sul mercato. La soluzione al problema si chiama IFTTT.

Un servizio per domarli

IFTTT automazione per i dispositivi IoT e smart

IFTTT è un servizio online gratuito che permette di mettere in comunicazione i tantissimi dispositivi smart che abbiamo in casa. Permette di farli comunicare fra loro, ma anche di integrarli con altri servizi e applicazioni, come la GSuite, il pacchetto di app per l'ufficio di Google, le e-mail, le funzioni dello smartphone. Fondamentalmente, IFTTT permette di automatizzare una serie di operazioni con pochi click su una pagina web. Supporta un'infinità di servizi e dispositivi, anche quelli più sconosciuti: l'importante è che possano essere gestiti da remoto via web.
Un esempio banale è mettere in silenzioso lo smartphone dopo la mezzanotte e riattivare la suoneria alle 8 del mattino successivo, ma si può fare molto di più: disattivare l'irrigazione automatica del giardino in caso di pioggia, aprire la porta del garage quando ci si avvicina con l'auto, spegnere le luci automaticamente quando ci si allontana da casa.

Come funziona IFTTT?

Il concetto su cui si basa IFTTT è quello di ricetta, ed è estremamente facile da capire. IFTTT è l'acronimo di If This Than That: se succede questo, allora fai quello, più o meno.
Una ricetta si basa proprio su questi elementi: si sceglie una condizione iniziale (se piove, se viene premuto un tasto, se riceviamo una mail, un sms...) e poi si decide cosa attivare (accendi la luce, manda una mail, attiva un dispositivo).
Non è nemmeno necessario crearsi le proprie ricette, volendo: il database è sterminato e basterà "salvarle" e fare le piccole, necessarie, modifiche per farle funzionare. Se una ricetta si basa sul GPS, per dire, dovremmo ovviamente specificare la posizione dove vogliamo che si attivi. Questione, in ogni caso, di pochi clic.

I canali di IFTTT

I canali di IFTTT sono fondamentalmente gli oggetti o i servizi supportati dalla piattaforma. Alcuni canali sono dedicati agli oggetti che vogliamo controllare, come gli smartphone Android o iOS, le lampadine intelligenti, il Roomba, Google Calc e via dicendo. I canali dedicati ai servizi, invece, permettono di acquisire informazioni, per esempio sugli stock finanziari, sulle condizioni meteorologiche, sui risultati sportivi. Combinando questi elementi, è possibile fare di tutto: accendere le luci in modalità party quando segna la nostra squadra preferita, così come salvare su un foglio di calcolo tutti gli SMS o le telefonate ricevute.

envelope-ofacebook