La nuova soundbar di Sonos introduce il supporto a Dolby Atmos

Arc è la nuova sounbar di Sonos, proposta come alternativa di lusso al modello Beam, che rimane a listino a 499 euro. Arc ne costa quasi il doppio: 899 euro.

I sistemi di altoparlanti wireless di Sonos riescono in un difficile compito: mettere insieme stile, qualità dell'audio e comodità. Gli impianti home theater hanno un fascino incredibile, diciamocelo chiaro, ma l'ingombro delle casse e la stesura dei cavi per collegare le casse posteriori rappresentano un'enorme scocciatura. Sotto questo profilo, Sonos si distingue da anni per sistemi audio wireless capaci di non sfigurare in salotto e di riprodurre colonne sonore in maniera estremamente convincente. Il bello di questi sistemi è che possono essere integrati col tempo: si può partire con la sola soundbar, e aggiungere i canali posteriori in un secondo momento, per esempio.

Sonos Arc: una soundbar con 11 altoparlanti

Sonos arc Soundbar wireless Dolby Atmos

Arc è la nuova sounbar di Sonos, proposta come alternativa di lusso al modello Beam, che rimane a listino a 499 euro. Arc ne costa quasi il doppio: 899 euro. Al suo interno trovano posto ben 11 altoparlanti fra woofer (8) e tweeter con cupola in seta (3), due dei quali orientati verso l'alto. Sono tutti amplificati con piccoli ampli in classe D, e in grado di adattare dinamicamente e in tempo reale la riproduzione alle caratteristiche acustiche della stanza dove sono installati grazie al software Trueplay. La soundbar è dotata di un array di microfoni con beamforming, necessari per utilizzare le funzioni degli assistenti vocali integrati, Google Assistant e Amazon Alexa.

Come abbiamo specificato, due dei tweeter presenti sulla soundbar sono rivolti verso l'alto. Questi sono fondamentali per il supporto alla codifica audio Dolby Atmos, che ai classici 5 speaker (più subwoofer) ne aggiunge ulteriori 2 o 4, per simulare i suoi provenienti dall'alto (pensiamo alla pioggia, per esempio). Nell'implementazione di Sonos, questi verranno simulati dai due tweeter, i cui suoni rimbalzeranno dal soffitto verso la posizione di ascolto. Più o meno, è quello che accade col sorround virtuale, caratteristica di spicco di molte soundbar, inclusi i modelli di Sonos. Per simulare questi effetti è necessaria una discreta potenza di calcolo: a tal proposito, Arc è dotata di una CPU Quad Core A-53 funzionante a 1.4 GHz e dotata di 1 GB di RAM.

Arc: la base di un sistema home theater evoluto

Sonos arc Wireless Home Theater set dolby atmos

Per quanto una soundbar possa riprodurre decentemente una colonna sonora in surround, non potrà mai garantire la stessa esperienza di un sistema home theater con altoparlanti dedicati ai canali posteriori.
Arc può essere facilmente espansa con altri prodotti Sonos, così da realizzare un sistema Dolby Atmos vero e proprio. Come satelliti, Arc è compatibile con Sonos One (o One SL), Sonos Five, Play:1, Play:3, e Play:5 (Gen 2). Si possono usare anche degli speaker di cui si è già in possesso, anche di altre marche, a patto di amplificarli con Amp, sempre di Sonos. Questa soluzione è ideale soprattutto nel caso di speaker incassati a parete e già presenti in casa: invece di sostituirli, basterà collegarli ad AMP per integrarli in un sistema audio completo.

In un setup di cinema in casa, ancora più degli speaker è importante il sub woofer, che con le sue basse frequenza rende più avvincenti e credibili le scene d'azione. Arc è compatibile con tutti i sub prodotti da Sonos, ed è già acquistabile in kit: quello che include Arc e Sub di terza generazione viene venduto a 1.698 euro. Il kit che aggiunge anche due satelliti wireless posteriori (una coppia di One SL) costa 2.096 euro.

envelope-ofacebook