Come scoprire se la nostra smart home è stata hackerata

Se abbiamo il sospetto che la nostra smart home sia stata hackerata, ci sono alcuni segnali che possiamo cercare per capire rapidamente se siamo al sicuro

Uno dei passaggi fondamentali per la protezione della smart home è senza dubbio assicurarci che i malintenzionati non abbiano ancora avuto accesso alla nostra rete o ai nostri dispositivi. Altrimenti qualsiasi contromisura che possiamo prendere è l'equivalente digitale di chiudere il recinto quando i buoi sono scappati

La buona notizia è che per mettere in pratica questa prevenzione non dobbiamo necessariamente essere tecnici. Alcuni segnali infatti sono abbastanza evidenti che possiamo scoprirli facilmente. Eccone alcuni

Le videocamere hanno cambiato posizione

Se abbiamo un sistema di videosorveglianza con telecamere motorizzate, il fatto che si trovino posizionate secondo angoli strani, o comunque diversi da quelli in cui le abbiamo impostate, potrebbe essere stato un hacker interessato a spiare qualche angolo della casa.

protezione smart home videocamera

Prima di preoccuparci, ricordiamoci però di verificare se per caso non sono state reimpostate alla posizione di default (alcuni modelli lo fanno, per esempio dopo un calo di corrente), oppure se non le ha spostate qualcun altro della famiglia. 

Internet si comporta in modo strano

Se la velocità della nostra connessione ha dei crolli improvvisi, la rete risulta assente o in generale notiamo delle anomalie, potrebbe essere un segnale che la sicurezza della nostra smart home è stata violata. 

Sfortunatamente non esiste un modo semplice per monitorare il traffico della nostra rete, in particolare quello passato, ma se abbiamo un po' di dimestichezza possiamo dare un'occhiata alle impostazioni del nostro router per l'accesso a Internet, in particolare se esiste una sezione dedicata ai dispositivi collegati. 

In alternativa, possiamo farci aiutare da un tecnico o da un esperto per capire se davvero c'è qualche tipo di anomalia, soprattutto se questo non è l'unico segnale e se le stranezze proseguono da un pò di tempo. 

protezione smart home router

Le "spie" delle telecamere sono accese

Se abbiamo alcune telecamere da ingresso e sono impostate per essere spente quando siamo a casa, i led che ne indicano l'attività dovrebbero essere spenti. Se notiamo che sono accesi quando le registrazioni dovrebbero essere disattivate, allora è molto probabile che ci sia qualcosa di anomalo. Potrebbe anche trattarsi di un malfunzionamento, o di una programmazione saltata, ma è meglio approfondire.

La cronologia degli accessi è sospetta

Questa è una cosa che tutti dovremmo abituarci a fare: controllare l'elenco degli accessi ai nostri dispositivi. Anche se è vero che oggi quasi sempre usiamo App che effettuano l'accesso per noi, è anche vero che molti dispositivi tengono una traccia dei tentativi di connessione, e degli accessi avvenuti con successo. 

Verifichiamo che i nostri dispositivi dispongano di questa funzione, e controlliamo se tutti gli accessi sembrano coerenti. Per esempio, un tentativo di accesso, o peggio un accesso effettuato da una nazione in cui non siamo mai stati potrebbe essere un segnale di pericolo piuttosto evidente. 

Qualche password è cambiata

Visto che questo è il segnale più evidente di questa lista, precisiamo che per password cambiata non intendiamo né la richiesta che alcuni servizi e dispositivi fanno di cambiare periodicamente la password, né tutti i casi di dimenticanze.
Quindi, il primo passo per stabilire che una password è effettivamente cambiata senza il nostro controllo, è essere certi di stare usando quella giusta, poi di verificare se non sia stata cambiata a nostra insaputa da qualche famigliare che ha accesso alla rete locale o ai servizi. 

smart home sicurezza password

Se non è così, dobbiamo cambiare immediatamente la password con una nuova e più sicura. Nel caso dei dispositivi quasi sempre questo significa effettuare un reset di fabbrica, per poi reinserire tutte le impostazioni. Nel caso di servizi e abbonamenti quasi sicuramente dovremo usare le procedure di recupero fornite dall'azienda, oppure contattarla direttamente. 

Sentiamo strani suoni

Molti dispositivi smart hanno sistemi di audio a due vie. La maggior parte dei malintenzionati è abbastanza competente da disattivare i microfoni, ma potrebbero averlo dimenticato, oppure trasmettere suoni apposta per spaventare le persone. In questo caso il sospetto diventa chiarezza. Cambiamo immediatamente le password di tutti i dispositivi e servizi e se il problema ci sembra grave, rivolgiamoci alle autorità competenti.

Mancano registrazioni o sono state modificate

Un altro punto da tenere d'occhio sono le registrazioni effettuate dai nostri dispositivi. Certo, potrebbe esserci un problema con l'archiviazione o la connessione. Ma se notiamo anomalie, per esempio che mancano solo alcuni file o le date di quelle presenti non sono coerenti, allora vale la pena di indagare ulteriormente. 

Protezione della smart home: come difendersi

Abbiamo già visto in diverse occasioni come migliorare la sicurezza della nostra smart home. Ferme restando le indicazioni già date, ma anche il fatto che se abbiamo sospetti sarebbe meglio consultare un esperto, per evitare un panico ingiustificato, la soluzione più rapida ed efficace è senza dubbio quella di cambiare le password dei nostri dispositivi. 

Inoltre, se la nostra connessione casalinga è del tipo più tradizionale, proviamo a tenere spenta la connessione a Internet per qualche tempo e poi riattivarla. Un certo numero di hacker "domestici" infatti non ha un interesse preciso nei nostri confronti specifici, ha semplicemente trovato per caso un accesso alla nostra smart home. Il cambio di indirizzo IP e la temporanea indisponibilità potrebbero essere sufficienti a farlo desistere, almeno temporaneamente, e darci un po' di tempo per correre ai ripari. 

envelope-ofacebook