Smart Mirror fai-da-te con il Raspberry Pi

Costruire uno Smart Mirror che mentre ci specchiamo offre informazioni sul meteo, l'ora e il calendario è più semplice di quanto di possa credere

Non sarebbe bello svegliarsi la mattina e, mentre ci si guarda allo specchio, avere tutte le informazioni necessarie, come appuntamenti, meteo, appunti e via dicendo? Sarebbe un ottimo modo per evitare di guardare lo smartphone come prima cosa al risveglio. Sul mercato non mancano soluzioni di questo tipo: basta una ricerca su Amazon con la chiave "smart mirror" per trovarsi proposte di vario tipo, che oscillano dai 160 euro agli oltre 300. Se però siamo appassionati del fai-da-te, possiamo risparmiare parecchio costruendone uno con una spesa ben inferiore. Bastano un poco di manualità, un vecchio LCD che non utilizziamo più e un Raspberry Pi.

Smart Mirror fai-da-te: ecco cosa serve per costruirne uno

La lista dei pezzi necessari per realizzare uno smart mirror è piuttosto breve:

  • Uno specchio a due vie o, alternativa più economica, un comune vetro sul quale applicare una pellicola riflettente.
  • Un vecchio LCD da sacrificare (dovremo eliminare la cornice)
  • Un Raspberry Pi 2 o superiore

Costruire uno Smart Mirror con poca spesa

Il primo passo è trovare un vecchio TV LCD, o un monitor per PC, sacrificabile. Sarà infatti necessario smontare lo schermo ed eliminare il supporto la cornice. Dovremmo rimanere con il nudo schermo, che poi andrà inserito all'interno di una cornice, anche questa autocostruita: bastano alcuni pezzi di legno, qualche vite e un po' di abilità manuale. Dovrà essere abbastanza spessa da contenere il monitor e appoggiarci di fronte anche lo specchio a due vie (o un comune specchio al quale applicheremo un'economica pellicola riflettente).
Consigliamo di effettuare qualche foro alla cornice di legno, per facilitare il passaggio dell'aria ed evitare che lo schermo si surriscaldi. Una foro più grande invece ci permetterà di far passare il cavo di alimentazione e, nel caso non riuscissimo a incastrare il Raspberry Pi all'interno della cornice, anche il cavo HDMI.

Smart Mirror Magic Mirror 2 Raspberry Pi

Non ci resta che incastrare lo schermo nella cornice, porgli davanti lo specchio a due vie o lo specchio sul quale abbiamo applicato la pellicola riflettente. Non chiudiamo ancora tutto: ci sono ancora dei passaggi da fare

Magico Mirror, il software per dare vita allo smart mirror

Fortunatamente, non sarà necessario scrivere il codice per far funzionare il nostro smart mirror: possiamo affidarci a una piattaforma Open Source chiamata MagicMirror² che supporta Raspberry Pi dalla versione 2 o superiore. Non sono supportarti Raspberru Pi 1 e 0.

Per l'installazione abbiamo due opzioni. L'approccio più da smanettoni, descritta a questo indirizzo, richiede qualche passaggio in più. Se vogliamo semplificarci la vita, possiamo affidarci a MagicMirror Package Manager, la soluzione più semplice dato che si basa su un'intuitiva interfaccia grafica.

Una volta installato il software, l'ultimo passo è quello di configurare l'interfaccia a seconda delle nostre esigenze. La piattaforma Magic Mirror è modulare, e può essere personalizzata a piacere, introducendo per esempio il supporto al touch screen, che richiede l'installazione di alcuni sensori a infrarossi che rileveranno la posizione delle mani e attiveranno i comandi corrispondenti.
Ci sono moduli per il controllo vocale tramite Alexa o Google, altri per visualizzare le previsioni meteo, per avere informazioni sui risultati sportivi, orologi, e anche per integrare gli spazzolini elettrici Bluetooth di Oral-B. Nulla ci vieta di installare un player audio, plugin per visualizzare il nostro calendario e controlli per i dispositivi IoT presenti nella smart home, come le Philips Hue. Aggiungendo una videocamera al Raspberry, possiamo anche attivare il riconoscimento facciale.

envelope-ofacebook